Relatori

Filippo Grandi

È stato nominato undicesimo Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati il 1° gennaio 2016. È stato eletto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e ricoprirà questa carica per cinque anni, fino al 31 dicembre 2020. Come Alto Commissario è a capo di una delle più grandi organizzazioni umanitarie del mondo. L’UNHCR ha vinto per due volte il Premio Nobel per la Pace. Conta 15.200 addetti di 157 diverse nazionalità, abbraccia 130 paesi e 473 diversi località, assicura protezione e ricerca soluzioni per circa 68 milioni di rifugiati, rimpatriati, sfollati e persone apolidi. Circa l’87% del personale UNHCR opera sul campo, spesso in situazioni difficili e pericolose. Il bilancio dell’organizzazione è stato pari a 7,5 miliardi di dollari nel 2018. Prima di essere eletto Alto Commissario, Filippo Grandi si è occupato di cooperazione internazionale per più di 30 anni, soprattutto nell’ambito del lavoro umanitario e di aiuto ai rifugiati. Dal 2010 al 2014 è stato Commissario Generale dell’Agenzia ONU per i Rifugiati Palestinesi, UNRWA, dopo aver svolto l’incarico di Vicecommissario Generale dal 2005. Prima di questo incarico aveva ricoperto il ruolo di Vicerappresentante Speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite in Afghanistan, dopo una lunga carriera prima nelle ong e poi con UNHCR in Africa, Asia, Medio Oriente e anche nella sede di Ginevra dell’ONU.
È nato a Milano nel 1957. Ha una laurea in Storia moderna conseguita alla Statale di Milano, un BA in Filosofia dell’Università Gregoriana di Roma e una laurea ad honorem dell’Università di Coventry.

Eventi

01 19:00

Conflitti, migrazioni e populismo

intervistano Annalisa Camilli e Francesca Mannocchi, La combinazione di conflitti estesi e prolungati, le conseguentimigrazioni forzate su larga scala, le nove sfide rispetto al diritto d'asilo, il divario tra le risorse economiche e i bisogni...